fbpx
Scoperta

Scopriamo il tè oolong!

Il tè oolong è un tipo di tè prodotto tradizionalmente in Cina e a Taiwan. Come gli altri tipi di tè, le foglie provengono dalla stessa pianta di Camelia Sinensis, ma subiscono un processo di lavorazione particolare che conferisce loro le qualità organolettiche tipiche di questa famiglia.

Il tè oolong, infatti, è un tè semi-ossidato. L’ossidazione è quel processo di reazione chimica che subiscono i vegetali al contatto con l’ossigeno, che causa il loro cambiamento di colore (immaginate il classico esperimento della mela che annerisce!). Anche le foglie di tè subiscono questo processo e molte famiglie di tè si differenziano proprio per il loro grado di ossidazione: il tè nero, ad esempio, è un tè completamente ossidato, mentre il tè verde è un tè non ossidato.

Nella lavorazione del tè oolong si parla di un’ossidazione parziale: le foglie vengono lasciate appassire solo parzialmente e vengono agitate in delle ceste affinché i bordi si frantumino. Per bloccare l’ossidazione al grado desiderato, vengono poi trattate con il calore e infine arrotolate ed essiccate. Per questo motivo spesso i nomi dei tè oolong sono accompagnati da una percentuale: indica il grado di ossidazione delle foglie!

Lavorazioni, ossidazione e provenienze diverse sviluppano in tazza personalità molto diverse tra un tè oolong e l’altro. Nel prossimo articolo abbiamo riassunto quelle dei 3 principali tipi di tè oolong, che potete trovare nel nostro assortimento!

0